VALI

Váli č una divinitŕ della mitologia norrena, figlio di Odin e della gigantessa Rindr. Č nato con l'unico scopo di uccidere Höđr per vendicarsi dell'uccisione inconsapevole di Baldr. Cresciuto completamente dopo un solo giorno dalla sua nascita uccise Höđr. Č destinato a sopravvivere al Ragnarök: il suo compito č la missione per la difesa della famiglia, l’obbedienza alla legge naturale (quella che noi sperimentiamo come “legge di selezione naturale”) perché grazie alla sua genesi l’ordine naturale di Asgard si rigenererŕ in un nuovo ciclo.

Viene menzionato piů volte nel Gylfaginning, la prima parte dell'Edda in prosa di Snorri Sturluson, nel canto 36:

« Áli o Váli si chiama un dio, figlio di Odin e di Rindr; č ardito nelle battaglie ed eccellente tiratore. »

Viene anche menzionato nel canto 53:

« Allora la terra emergerŕ dal mare e sarŕ verde e bella, e i campi cresceranno senza seme. Víđarr e Váli vivranno, poiché non il mare né la fiamma di Surtr avrŕ recato loro alcun danno, e abiteranno a Iđavöllr, lŕ dove un tempo fu Ásgarđr, e lŕ verranno i figli di Thor, Móđi e Magni e avranno con sé Mjöllnir. »

Si parla del suo compito di uccidere Höđr anche nella Völuspá 33:

« Non lavň mai le mani, né si pettinň il capo
finché non trascinň sul rogo il nemico di Baldr. 
»

>>Ćsir e Vanir<<